Travel Safe

Consigli per viaggiare in sicurezza Ultime notizie
Strada attraverso le dune di Corralejo. Fuerteventura. Isole Canarie

Viaggiare su strada in Spagna

none

La Spagna possiede oltre 16.000 km di rete stradale veloce tra autostrade e scorrimenti veloci. Di seguito, riportiamo una tabella con le strade più importanti per percorrere la Spagna.

Le autostrade principali in Spagna

 

STRADAPERCORSODISTANZA E TEMPO STIMATO
A1Madrid - Burgos    250 km / 2h 30 min
A2Madrid - Saragozza (prosegue fino a Barcellona con la AP2)    Fino a Saragozza: 315 km / 3 ore    Fino a Barcellona: 620 km / 6 ore
A3Madrid - Valencia    350 km / 3h 30 min
A4Madrid - Siviglia (prosegue fino a Cadice con la AP4)    Fino a Siviglia: 530 km / 5 ore    Fino a Cadice: 650 km / 6 ore
A5Madrid - Badajoz    400 km / 3h 45 min
A6Madrid - La Coruña    600 km / 5h 45 min
A7 e AP7Da nord a sud, la costa del mediterraneo. Dal confine con la Francia fino a Malaga    1200 km / 11 ore
AP8Autostrada del nord. Da Torrelavega a Avilés    175 km / 1h 45 min
A9 e AP9Da Ferrol a La Coruña fino al confine con il Portogallo (Tuy)    200 km / 2 ore

Superstrade e autostrade

La maggior parte delle strade spagnole può essere utilizzata gratuitamente. Tra queste si trovano le superstrade (strade a carreggiate indipendenti su entrambi i sensi e senza nessun incrocio sullo stesso livello).Tuttavia, esistono strade per le quali può essere richiesto il pagamento di un pedaggio. Si tratta delle autostrade. L'importo da pagare varia a seconda dei casi e, generalmente, esistono vie alternative gratuite. È possibile verificare quali sono le autostrade a pagamento qui.Per quanto riguarda l’accesso alle grandi città, normalmente avviene attraverso circonvallazioni dotate di numerosi ingressi alla città.

Superstrada A-1 di notte, Madrid

Informazioni utili

Parcheggi regolamentati: è frequente che le città regolino il parcheggio in strada tramite parchimetri. È possibile identificare le aree regolamentate grazie alle linee colorate che delimitano le zone adibite al parcheggio. Restrizioni alla circolazione: sono molte le destinazioni nelle quali vigono divieti o limiti di circolazione per i veicoli non residenti o inquinanti. Tra queste, si trovano numerose città monumentali, il cui accesso al centro storico è limitano per i veicoli a motore. Ad esempio, l'accesso al centro di Madrid è consentito solo ai veicoli a emissioni zero o a quelli dei residenti. Madrid e Barcellona limitano la circolazione all’interno della circonvallazione principale regolarmente e in base ai livelli di inquinamento. Pagamento dei pedaggi: può essere effettuato in contanti, con carta di credito o tramite telepass (è richiesta l’installazione di un dispositivo nell'auto). Ti raccomandiamo di prendere visione dei consigli pratici sulla guida in Spagna.